La Ricostruzione

La Ricostruzione (1945-1955)

Qui il link alla videolezione integrale del Prof. Fernando Salsano, Roma 4 febbraio 2016


Titolo film: Italia d’oggi

Regia: Romolo Marcellini

Casa di produzione: Documento Film

Anno: 1952

Abstract: Il Documentario ripercorre la storia economica del paese dalla fine della seconda guerra mondiale ai primi anni cinquanta. Lo sviluppo dell’Italia del dopoguerra sono mostrati nei suoi diversi aspetti: costume, moda, turismo, industria, nuovi alloggi, riforma agraria, cultura. Sono anche affrontati alcuni nodi ancora irrisolti quali la disoccupazione e il problema della casa per tutti. Una parte del film è dedicata alla costruzione del centro siderurgico di Cornigliano (Genova). Lo speaker insiste sull’importanza delle scelte politiche democratiche nel paese, a garanzia del benessere economico e sociale, nonché della libertà d’espressione in tutte le arti, compreso il cinema italiano, in forte sviluppo creativo, a cui sono dedicate le immagini conclusive.

Istituti di conservazione: ACS (Fondo Usis); Cineteca nazionale (Archivio Documento film); Istituto Luigi Sturzo


Titolo: Italia d’oggi

Produzione: Democrazia Cristiana SPES

Anno: 1962

Abstract: Documentario che ripercorre la storia d’Italia dal dopoguerra al boom economico, sottolineando il contributo della Democrazia Cristiana allo sviluppo sociale ed economico del paese. Miglioramenti  nel settore industriale ed agricolo, diminuzione della disoccupazione, aumento delle infrastrutture, progressi nelle condizioni delle scuole. Il film si chiude con un discorso di Aldo Moro.

Ente di conservazione: Istituto Luigi Sturzo


Titolo: La Democrazia Cristiana e la rinascita italiana

Produzione: Democrazia Cristiana SPES

Anno: 1966

Abstract: Documentario che ripercorre le più importanti tappe storico-sociali dell’Italia dalla fine della seconda guerra mondiale alla metà degli anni ’60. L’intensa attività politica della Democrazia Cristiana accompagna la nascita della Repubblica e la difficile fase di recupero dopo la sconfitta delle guerra. Sono gli anni della ricostruzione edilizia e della rinascita industriale, del ritorno di Trieste all’Italia, ma anche della politica europeista di De Gasperi e dell’emergere della figura di Gronchi nella scena internazionale. Infine, a partire dagli anni sessanta, l’affermarsi dell’importanza della figura di Aldo Moro nel rinnovamento del partito.

Annunci